Città di Rende

Piazza San Carlo Borromeo
87036 Rende (Cosenza)

SUAP

Lo sportello dello Sportello Unico Attività Produttive e Commercio è aperto al pubblico nei seguenti giorni:
Martedì dalle 08:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 17:00
Lunedì – Giovedì e Venerdì dalle 08:30 alle 12:30

Il Comune

Centralino: 0984-8284-11
Partita IVA: 00276350782
IBAN: IT20 V 07062 80880 000000108737
Conto Corrente Postale: 242875
Posta Elettronica Certificata: protocollo.rende@pec.it


ANAGRAFE

Il Servizio Anagrafe cura la tenuta e l’aggiornamento dei registri della popolazione residente, documentando le posizioni dei cittadini residenti e rilevandone i movimenti.

Nei registri sono riportati i dati relativi alle generalità delle persone che risiedono nel Comune: cognome, nome, luogo e data di nascita, professione, stato civile, composizione della famiglia, ecc. L’anagrafe della popolazione residente è quindi l’insieme delle posizioni dei singoli cittadini, delle famiglie e delle convivenze civili, militari e religiose dimoranti abitualmente nel Comune. In un’apposita sezione dell’Anagrafe (A.I.R.E.) sono registrati i cittadini che risiedono all’estero.

I dati anagrafici sono pubblici, ma disponibili solo attraverso l’emissione di certificati, mentre non è consentito consultare i registri dell’Anagrafe.

L’Ufficio Anagrafe gestisce le attività relative al procedimento di cambio di residenza e indirizzo.

Rilascia la carta di identità, i certificati e le attestazioni relative a tutti i mutamenti che si verificano nel Comune per cause naturali o demografiche.

Esegue autentiche di copie e firme, oltrechè legalizzazione di fotocopie.

 

QUANDO SI PUO’ AUTENTICARE LA FIRMA

L’autenticazione di firma può essere effettuata, ai sensi del D.P.R. 445/2000 e da ulteriori norme speciali, per:

  • dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà inerenti fatti, stati, qualità dei quali il richiedente è a diretta conoscenza o istanze rivolte a soggetti diversi dalla Pubblica Amministrazione o gestori di pubblici servizi ;
  • domande a soggetti pubblici al fine della riscossione da parte di terzi di benefici economici (deleghe per la riscossione della pensione o dei ratei di pensione maturati e non riscossi);
  • passaggi di proprietà di beni mobili registrati (veicoli), ai sensi dell’art. 7 della Legge 248/2006;
  • nomina del difensore nei procedimenti giudiziari in materia penale (ai sensi dell’art. 39 del Codice di procedura penale);
  • consenso scritto nell’ambito delle procedure di adozione internazionale (ai sensi dell’art. 31 della Legge 184/1983);
  • le procedure di elezione dei consigli dei geologi, degli psicologi, dei periti commercialisti, nonché dei revisori dei conti (sulla busta contenente la scheda di valutazione, ai sensi del D.P.R. n. 169 dell’8/7/2005).

QUANDO NON SI PUO’ AUTENTICARE LA FIRMA
Non possono essere autenticate le sottoscrizioni relative a:

  • dichiarazioni d’impegno e volontà, procure, autorizzazioni, deleghe, consensi, accettazioni, rinunce o dichiarazioni di qualunque natura o tenore contenenti impegni, disposizioni per il futuro.

In questi casi è necessario rivolgersi ad un notaio.

  •  Non si possono autenticare firme apposte su documenti che non siano scritti in lingua italiana. La lingua ufficiale della Repubblica Italiana (ai sensi dell’art. 1 della Legge 482/1999) è l’italiano; pertanto all’eventuale documento presentato in lingua straniera deve essere allegata idonea traduzione.

Si ricorda che se le dichiarazioni o le istanze sono rivolte a Pubblica Amministrazione o ai gestori di servizi pubblici non è necessaria l’autentica di firma. In questo caso è possibile firmare direttamente davanti all’impiegato addetto a ricevere la documentazione oppure inviarla viapec, fax o posta, allegando la fotocopia, non autenticata, di un documento di identità valido.

Riferimenti Normativi

  • D.P.R. 26/10/1972 n. 642;
  • Legge 4/5/1983 n. 184;
  • Legge n. 248/2006, art. 7;
  • D.P.R. 8/7/2005 n. 169.

Destinatari del servizio: 

Cittadini residenti e non residenti.

Come accedere al servizio: 

E’Per i cittadini che per gravi motivi sono impossibilitati a presentarsi personalmente allo sportello, ma sono capaci di intendere e volere, l’ufficio Anagrafe può inviare un incaricato a domicilio, su appuntamento, presso l’abitazione, l’ospedale, casa di riposo, carcere, situati all’interno del territorio comunale di competenza.

 necessaria la presenza della persona interessata, in grado di intendere e volere ed in possesso di documento di riconoscimento, in corso di validità.

  • Per i minorenni la firma deve essere apposta da chi esercita la potestà genitoriale o dal tutore.
  • Per gli interdetti la firma è apposta dal tutore, previa verifica del decreto di nomina.
  • Per chi non sa o non può firmare, il pubblico ufficiale ne prende atto, previo accertamento dell’identità e della volontà a sottoscrivere del dichiarante, apponendo la dicitura “non in grado di firmare”.

Servizio a domicilio:

Atti e documenti da presentare all’estero:

Se l’atto deve essere prodotto all’estero e si vuole che mantenga la sua valenza legale a tutti gli effetti, la sottoscrizione del Pubblico Ufficiale del Comune deve essere poi “legalizzata e apostillata” dal competente ufficio della Prefettura di Cosenza.

Termine fissato per la conclusione del procedimento: 

Rilascio immediato

Costo del procedimento: 

  • Autentiche in bollo: € 16,00 per marca da bollo + € 0,52 per diritti di segreteria
  • Autentiche in carta semplice: € 0,26 per diritti di segreteria esclusivamente per gli usi per i quali la legge prevede specifica esenzione dall’imposta di bollo (es.: autentica di firma per delega ritiro pensione di invalidità).
  • Autentica di firma esente da bollo e da diritti di segreteria: esclusivamente su documenti relativi a pratiche di adozione.

Inoltre il Servizio Anagrafe:

  • promuove la conoscenza e la divulgazione delle norme in materia di “semplificazione amministrativa”: autocertificazioni e dichiarazioni sostitutive;
  • gestisce l’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.);
  • ha anche il compito di rilasciare ai cittadini comunitari l’attestazione di soggiorno permanente e ricevere le dichiarazioni di dimora abituale nel Comune da parte dei cittadini extracomunitari, a seguito del rinnovo del permesso di soggiorno;
  • provvede alle autentiche di firme, di copie e di dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà autentiche di firme per alienazioni auto.

Il Comune di Rende ha reso disponibili in via sperimentale (in attesa dell’entrata in vigore dell’ANPR) alcuni servizi demografici on-line che permettono ad altri soggetti Istituzionali di consultare direttamente dati anagrafici di proprio interesse.

 

UFFICIO DI STATO CIVILE
La funzione del servizio di Stato Civile è quella di documentare gli eventi e i fatti della vita delle persone dai quali derivano la titolarità di specifici e particolari diritti ed obblighi verso, lo stato e verso i terzi. Tale documentazione avviene mediante la formazione di specifici atti pubblici, dettagliatamente riprodotti nei registri di stato civile (nascita, matrimonio, morte e cittadinanza) e negli archivi informatici.

Gli atti di stato civile fanno fede fino a querela di falso di ciò che l’ufficiale dello stato civile dichiara essere avvenuto in sua presenza o da lui compiuto. Viceversa le dichiarazioni dei comparenti fanno fede fino a prova contraria.

In particolare devono essere rese all’ufficiale dello stato civile le dichiarazioni di:

  • nascita e di riconoscimento di filiazione
  • matrimonio
  • costituzione di unioni civili
  • trascrizione contratti di convivenza
  • decesso di un congiunto
  • acquisto della cittadinanza italiana

Oltre alla tenuta dei registri di stato civile , realizzata attraverso la formazione e l’aggiornamento dei relativi atti, l’Ufficio di Stato Civile svolge i seguenti ulteriori adempimenti:

  • rilascio delle certificazioni di stato civile, sia sotto forma di certificati semplici, che di estratti per riassunto o copia integrale
  • pubblicazioni di matrimonio
  • rilascio delle necessarie autorizzazioni per celebrazione dei matrimoni religiosi
  • celebrazione dei matrimoni civili
  • ricevimento dei giuramenti da parte di coloro che acquistano la cittadinanza italiana
  • attestazioni di acquisto della cittadinanza ai sensi dell’art . 4, comma 2 e 14 della legge 5 febbraio 1992, n. 91
  • trascrizione degli atti di stato civile, relativi a cittadini italiani, formati all’estero
  • riconoscimento dei provvedimenti giurisdizionali stranieri relativi a cittadini italiani
  • rilascio delle autorizzazione alla inumazione o tumulazione
  • rilascio delle autorizzazioni al trasporto di cadaveri, resti mortali, resti ossei e ceneri
  • rilascio delle autorizzazioni alla cremazione
  • rilascio delle autorizzazioni alla dispersione delle ceneri
  • atti di affidamento personale delle ceneri
  • consulenza e informazione ai cittadini nelle materie sopra descritte.

Clicca qui per scaricare la documentazione.


@@alt@@
@@alt@@